logo banner top

 

 

COMUNICATO STAMPA 25 Settembre 2016

 

Casa Circondariale VENEZIA S.M.M...... continuano le Aggressioni

  

Ieri nel tardo pomeriggio, si è verificato ancora un aggressione ai danni della Polizia Penitenziaria in servizio presso la Casa Circondariale di Venezia SMM.

A darne la notizia è Umberto CARRANO, Segretario Generale UIL PA Polizia Penitenziaria di Venezia che così commenta.

È l’episodio di aggressione che ha visto subire l'ennesima angheria perpetrate da parte di detenuti nei confronti degli agenti di polizia penitenziaria.

Nel caso di ieri, nel tardo pomeriggio, un detenuto perdendo le staffe, a quanto riferito per futili motivi, all’ improvviso aggrediva colpendo il volto dell’agente con un violento schiaffo procurandogli ecchimosi ed escoriazioni sul volto, costretto alle prime cure presso la locale infermeria dell’Istituto .

Prosegue CARRANO ….. si continua ad attraversare indubbiamente un periodo di forti tensioni all'interno dell'istituto, questo è l’ennesimo evento che si registra presso la CC di Venezia SMM, che deve necessariamente far riflettere chi detiene le responsabilità gestionali ed organizzative.

In questi mesi ci siamo trovati costretti a denunciare episodi degni di nota: aggressioni al personale, disordini, risse e regimi forse troppo “morbidi” adottati nei confronti dei soggetti ristretti che rompono gli equilibri.

Purtroppo è amaro dirlo… ma è un dato reale, Le statistiche (in negativo) di “Santa Maria Maggiore” sono in costante crescita come poche altre realtà nel TRIVENETO. Segno è che probabilmente qualcosa/meccanismo non sta funzionando e quindi si necessita di urgente manutenzione/lubrificazione.

Si chiede all’ amministrazione (Provveditore, Direttore e Comandante del Reparto ) ad aprire una serie di riflessioni su come porre fine a quanto accade e denunciato all’ interno della Carcere Veneziano.

Chiudendo prosegue il sindacalista, mi sento di fare un augurio e al collega aggredito e complimentarmi con il personale di Polizia Penitenziaria di Venezia, che, nonostante le pluridenunciate difficoltà operative tra cui la grave carenza di personale e le tante ore di lavoro, riesce comunque a prevenire ed allontanare le minacce per l’ordine e la sicurezza.

 

Venezia, 25.09.2016

UIL PA Polizia Penitenziaria -Triveneto

Ufficio Stampa e Relazioni