logo banner top

Oggetto: Rientro unità da IPM di Treviso vincitore di interpello interno NTP della CC VE SMM.

 

Questa O.S. dopo aver preso atto della graduatoria della mobilità interna N.T.P. della CC di VE SMM, è venuta a conoscenza che la S.V. con nota n. 13364 del 15.06.2017 diretta all’ IPM di Treviso comunicava al vincitore dell’ interpello che sé entro il 30.06.2017 non sarebbe rientrato in sede provvedeva all’assegnazione di altra unità successiva in graduatoria al NTP.

Sig. Direttore premesso che i tempi burocratici dell’ Amministrazione Penitenziaria non ci risultano essere celeri e questo lo possiamo constatare dagli interpelli indetti nell’ istituto da lei diretto (MOF interpello indetto febbraio 2017 nessuna comunicazione dopo 9 mesi è pervenuta a questa O.S. che comunicava l’ assegnazione dell’ unità vincitrice.

Altro interpello per il NTP indetto ad Aprile 2017, colloquio di valutazione tenuto in data 25.05.2017 graduatoria notificata al vincitore a distanza di 20 giorni dal colloquio di valutazione e adesso si chiede alla unità vincitrice (come sé dipendesse da lui) di rientrare dal distacco da altro Dipartimento che è quello dei minori in appena 15 gg lavorativi.

L’ Ag.te Sc. vincitore d’ interpello ha avanzato richiesta di rientro in sede di appartenenza non appena notificata la graduatoria il 16.06.2017 da parte della CC di Venezia SMM .

Considerato i tempi burocratici affinchè la richiesta di rientro del dipendente sia vagliata dal Dirigente dell’ IPM di TV, dal DGM (Roma) e dal DAP , tenuto conto del piano ferie estivo negli Istituti penitenziari i tempi da lei richiesti (15 gg lavorativi) per il rientro in sede sembrano abbastanza ristretti .

Diverso fosse stato sé la graduatoria dell’ interpello veniva notificata a distanza di pochi giorni dalla data del colloquio di valutazione tenuto il 25.05.2017 e non a 20 giorni di distanza, il dipendente avrebbe avanzato richiesta di rientro in sede nell’ immediato e comunque prima che gli venisse comunicata la proroga del distacco 15.06.2017 all’IPM di TV.

Con la presente, posto che le norme contrattuali non prevedono quanto affermato nella nota (n.13364 del 15 c.m.) dalla S.V., chiediamo di attendere l’esito della richiesta di rientro avanzata dal dipendente agli Uffici Superiori, tenendo presente che come ogni anno dal 15 Luglio e per tutto periodo estivo la mole di lavoro dovrebbe diminuire presso il NTP in considerazione della diminuzione delle udienze presso le aule di giustizia.

Quanto richiesto nella presente nota potrebbe avere esito positivo sotto diversi aspetti per la CC di Venezia SMM , si andrebbe ad inserire una unità al NTP che rientrerà da un distacco da lungo termine dalla Giustizia Minorile e non si andrà ulteriormente a ridurre le unità del servizio a turno già sofferente come già denunciato con diverse note da questa O.S. e questo è da scongiurare soprattutto durante il periodo del piano ferie estivo.

Al Sig. Provveditore che legge per conoscenza si chiede di vigilare su quanto richiesto da questa O.S..