logo banner top

 

Oggetto: 1° Sollecito Denominazione Vice responsabile Nucleo Traduzioni

Egregio Sig. Provveditore,

con riferimento alla ns. lettera prot. nr. 0126/2018 Seg. Reg. del 26.02.2018, e la nota n 204/questa O.S. non è pervenuta alcun riscontro, sebbene sollecitata, non ha ancora provveduto a modificare gli ordini di servizio in cui compare la dicitura “Vice coordinatore Nucleo Traduzioni”. Da parte della direzione di Trento.

Nel Nuovo Modello Operativo del Servizio delle Traduzioni e dei Piantonamenti (circolare 3643/6093 GDAP - 0094125/2013 del 14.03.2013), alla PARTE PRIMA - Assetto Organizzativo e competenze - 1. STRUTTURA viene ribadito che,

In caso di assenza o impedimento del “responsabile del Nucleo per qualsiasi causa, quest’ultimo, ad casum, individua un appartenente al Corpo in forza al nucleo per vicariarlo” .

Non a caso, al fine di dare esecuzione a quanto previsto dal Nuovo Modello Operativo ed evitare qualsivoglia fraintendimento interpretativo, l’allora Direttore dell’Ufficio Sicurezza e Traduzioni aveva provveduto ad emanare giuste disposizioni in materia con nota n. 3324/UST del 28.01.2014, a tutte le Direzioni degli Istituti Penitenziari del Triveneto NTP. Agli stessi infatti, veniva richiesto di informare l’Ufficio ST dell’assenza a vario titolo del coordinatore con l’indicazione del nominativo del suo sostituto non essendo prevista alcuna figura di Vice coordinatore/responsabile.

Non di meno, nella delibera CAR n. 17 del 30.10.2015 tale problematica era stata già sollevata deliberava a maggioranza che la nomina di vice coordinatore non è conforme.

Visto che gli ordini di servizio emanati dalla Direzione CC di Trento non corrispondono ancora a quanto previsto dal Modello Operativo attualmente in vigore e, visto che Lei ha il potere di vigilare sulle Direzioni affinché gli ordini di servizio emanati dai Direttori - specie quelli di carattere generale - siano rispondenti alle disposizioni ed alle direttive del Dipartimento ed abbiano, tra loro, carattere di uniformità, confidiamo in un suo puntuale intervento per far sì che la Direzione CC di Trento recepisca l’esigenza di uniformarsi, modificando gli ordini di servizio e abrogando la dicitura in oggetto.

Distinti saluti